Laboratori Sabatèl

BLOG

Notizia 29/11/2022

Produzione cosmetici conto terzi a 300 euro?


La prima domanda che ci viene chiesta quando veniamo contattati è sempre la stessa:

Quanto costa produrre una linea cosmetica?
Bhè, rispondere in modo specifico sarebbe come rispondere alla domanda: ' Quanto costa un'automobile?'

E a tal proposito la nostra risposta è sempre la stessa: 'Dipende...'

Una fuoriserie non potrà mai costare come un'utilitaria, o come una media berlina. Inoltre si può scegliere un'auto di serie o accessoriata, con colorazioni optional, personalizzazioni e particolarità che faranno sicuramente aumentare il prezzo del veicolo.

Stesso discorso vale per il mondo cosmetico.
Se è vero che si può iniziare a produrre anche con soli 300 euro o giù di lì, è necessario avere ben chiari quali sono i punti fondamentali in una produzione cosmetica.

I riferimenti qui riportati sono ovviamente a grandi linee, dal momento che altri fattori, che vedremo nei prossimi articoli, influiscono sul prezzo finale del prodotto.

UNO:
La formula. Ovviamente il prodotto in sé e per sé rappresenta la cosa più importante. Si può avere una formula Basic, una formula più evoluta o formule top per prodotti di alta fascia. Il tutto dipenderà dalla scelta degli ingredienti, degli emulsionanti, degli attivi, del sistema preservante e della difficoltà intrinseca della formula stessa.

DUE:
Il packaging primario, vale a dira il flacone, il vaso o il contenitore nel quale si intende mettere il prodotto. Opzione diversa potrebbe essere quella dei tubetti termosaldati, ma di solito per questo genere di packaging le tirature sono molto alte (almeno 5000 pezzi)

TRE:
L'etichetta del packaging primario. Anche in questo caso i casi sono molto variegati. Si può optare per una etichetta di semplice carta (sconsigliato perché la carta con il tatto delle mani tenderà a scolorirsi e a rovinarsi) per il PVC (ottimo rapporto qualità prezzo) per il PET (forse il migliore in termine di resa come definizione stampa e colore) o per altri materiali di varia natura.
L'idea della serigrafia o della litografia del flacone risulta essere una scelta molto elegante e di effetto, ma necessita tirature spesso importanti.

QUATTRO:
La grafica: spesso sottovalutato dal cliente, lo studio grafico del prodotto e dell'immagine che si vuole dare è di FONDAMENTALE importanza. In un mercato sempre più visuale, dove si acquista mossi da stimoli visivi, avere o non avere la giusta immagine equivale a sancire il successo o il fallimento di un prodotto.

CINQUE:
Eventuale packaging secondario, vale a dire la scatola esterna del prodotto. Fondamentale per alcune tipologie di cosmetico, meno rilevante per altre (di solito per i prodotti di detergenza in grandi formati)

SEI:
L'inflaconamento. Passaggio conclusivo nella produzione cosmetica è quello legato al dosaggio del prodotto nel proprio contenitore. Anche questo è un passaggio che va conteggiato a parte.

SETTE:
Quantitativi (lotto minimo - piccoli lotti)
Il punto forse più importante. Come è intuitivo da capire, i costi della produzione dipenderanno molto dai quantitativi prodotti. Più si alzano i quantitativi più tutte le voci precedenti scenderanno di prezzo.

Questi sette punti sono i capisaldi di una produzione cosmetica conto terzi. (private label)
Nel prossimo articolo affronteremo invece i costi accessori legati alla messa in commercio di un prodotto cosmetico.





Notizia 25/11/2022

Cosa sono i profumi di nicchia?


Profumi, ma non solo.
Odori inconsueti che aprono cassetti di memoria olfattiva che si credevano persi.
Profumi classici e rassicuranti che si fondono a sensazioni olfattive forti, a volte estreme.

La profumeria di nicchia è tutto questo.

Sempre di più si va affermando in questi ultimi anni la tendenza a sperimentare e osare nel mondo della profumeria.
Grandi marchi, si, protagonisti con profumi iconici, presenti nei grandi store e nei grandi negozi duty free degli aeroporti; ma anche piccoli brand emergenti che non hanno paura di osare e che portano sul mercato creazioni intense e dalla grande personalità.

Il profumo non più come nota olfattiva rassicurante ma piuttosto come esperienza sensoriale destabilizzante.

Grande fissaggio, grande scia, grande durata.

Odori rassicuranti e non, in una sfida dove gli accordi più classici della profumeria si fondono con note spigolose e stridenti.

I fiori, i frutti, le note esperiate, boisee, fresche e gourmant, si fondono alla plastica, all'odore delle sagrestie e dei solventi chimici, al sangue e al sudore dei cavalli.

Profumi intensi, passionali, mai banali.

Laboratori Sabatel produce conto terzi profumi di nicchia dal grandissimo valore e dalla intensa personalità anche in piccoli lotti.




Notizia 13/11/2022

Vitamina C, Ascorbyl Palmitate e Tetraisopalmitate


Spesso nella preparazione di prodotti cosmetici conto terzi per clienti che vogliono realizzare la propria linea private label, ci viene chiesto l'utilizzo della vitamina C all'interno della formulazione.

Una delle principali criticità di questa vitamina è la sua alta instabilità e la facilità a ossidarsi a causa dell'esposizione a luce e ossigeno.





La vitamina C pura (acido ascorbico) è un composto in natura idrofilo, vale ad dire affine e solubilizzabile in acqua. Esistono tuttavia delle forme di vitamina C liofile pensate proprio per evitare l'ossidazione e la degradazione della vitamina stessa.



Clicca QUI per continuare a leggere l’articolo...




Notizia 13/11/2022

La produzione di cosmetici conto terzi in piccoli lotti


Punto di forza dei Laboratori Sabatel è quello di dare anche ai piccoli clienti la possibilità di produrre cosmetici in piccoli lotti.





Spesso, infatti, la produzione di cosmetici conto terzi spaventa piccole realtà che si sentono intimorite da minimi fatturabili alti e lotti di produzione che mettono paletti iniziali da migliaia di pezzi.

Nei Laboratori Sabatel diamo la possibilità di produrre anche solo 10 kg di crema, con o senza inflaconamento.

Con appena 200 o 300 euro si può dunque iniziare a produrre la propria linea cosmetica!






Notizia 13/11/2022

Shampoo Ultra Thick


Nello sviluppo di un prodotto cosmetico conto terzi (per un'azienda che sta creando una linea private label nel canale haircare) abbiamo sperimentato nuove forme di shampoo, arrivando a formulare soluzioni alternative per un mercato in continua evoluzione.

Nello specifico la volontà era di creare uno shampoo dalla consistenza gelatinosa, quasi fosse un budino, dove la concentrazione di attivi e la densità stessa del prodotto, permettono al consumatore di utilizzare piccole porzioni di prodotto e avere comunque ottime performance in termini di lavaggio e cura dei capelli.

Lo shampoo si presenta come un gel molto denso ma di facilissima fuoriuscita dal flacone al momento del dosaggio; sui capelli crea una schiuma controllata e funzionale.

Arricchito di Pantenolo , Sodio PCA, estratti naturali e condizionanti ha positivamente colpito l'azienda committente, che lo sta prendendo in considerazione per una produzione 'alternativa'.










< 12 >

CONTATTACI


Per saperne di piu' sulla nostra produzione di cosmetici conto terzi non esitate a contattarci:
Fai la Somma (*): 5 + 4 =




+39.06.31051117
+39.389.9614727
I Laboratori Sabatel sono un'azienda cosmetica con sede nella provincia di Roma, ma che opera in tutta Italia e all'estero,
con partners commerciali presenti nelle maggiori città italiane (Milano, Roma, Napoli, Torino, Verona...)
e internazionali (Mosca, Seul, New York, Amsterdam, Berlino, Londra, Parigi, Madrid...).
________________________________________
Laboratori Sabatel produces private label and white label cosmetics
(skincare, haircare, bodycare, petcare and niche perfumery)
operating in Italy and Internationally.
Torna SU